Connect with us

BO/Bazzano

Bazzano (BO) – Arrestato un algerino per spaccio

I Carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile della Compagnia Bologna Borgo Panigale hanno arrestato un 26enne algerino, senza fissa dimora, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
Venerdì sera, il 26enne algerino, noto spacciatore di droga della Valsamoggia, con precedenti di polizia specifici, è stato visto da una pattuglia dei Carabinieri salire a bordo di una Toyota Avensis, condotta da un’altra persona, che si era momentaneamente fermata in viale Giosuè Carducci, per consentire la salita del passeggero. I militari, temendo che da lì a poco si sarebbe consumato uno spaccio di sostanze stupefacenti, si sono messi all’inseguimento dell’auto che hanno raggiunto e fermato poco dopo. L’autista, 41enne italiano, è stato trovato in possesso di una dose di cocaina che ammetteva di aver acquistato un attimo prima dall’algerino al prezzo di 40 euro. Lo spacciatore, trovato in possesso del denaro e di 23 grammi di hashish, è stato tradotto in camera di sicurezza in attesa di comparire in Tribunale per l’udienza di convalida dell’arresto.
In sede di rito direttissimo, il 26enne è stato condannato a 10 mesi di reclusione (pena sospesa), 1.500 euro di multa e un “Divieto di dimora” nella “Città metropolitana” di Bologna.

I Carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile della Compagnia Bologna Borgo Panigale hanno arrestato un 26enne algerino, senza fissa dimora, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
Venerdì sera, il 26enne algerino, noto spacciatore di droga della Valsamoggia, con precedenti di polizia specifici, è stato visto da una pattuglia dei Carabinieri salire a bordo di una Toyota Avensis, condotta da un’altra persona, che si era momentaneamente fermata in viale Giosuè Carducci, per consentire la salita del passeggero. I militari, temendo che da lì a poco si sarebbe consumato uno spaccio di sostanze stupefacenti, si sono messi all’inseguimento dell’auto che hanno raggiunto e fermato poco dopo. L’autista, 41enne italiano, è stato trovato in possesso di una dose di cocaina che ammetteva di aver acquistato un attimo prima dall’algerino al prezzo di 40 euro. Lo spacciatore, trovato in possesso del denaro e di 23 grammi di hashish, è stato tradotto in camera di sicurezza in attesa di comparire in Tribunale per l’udienza di convalida dell’arresto.
In sede di rito direttissimo, il 26enne è stato condannato a 10 mesi di reclusione (pena sospesa), 1.500 euro di multa e un “Divieto di dimora” nella “Città metropolitana” di Bologna.

BO/Bazzano